Lancôme: Tour de France – part 1

Lancôme - GénifiqueSveglia quasi fantozziana alle 4.30 di venerdì scorso. Nel buio totale finisco gli ultimi preparativi – sono ovviamente in ritardo – e mi dirigo all’areoporto.

Tempo un’ora e mezza e mi ritrovo in una gelida Parigi. Un autista viene a prendermi all’uscita e mi accoglie con un paio di avvertimenti sul traffico. Detto, fatto.

Dopo due ore arriviamo finalmente in centro e mi dirigo all’Hotel Sofitel Boissy d’Anglas. All’interno, uno spazio è stato interamente riservato a Lancôme e lì incontro le prime “colleghe” europee e una corposa tavola imbandita da macarons di Ladurée.

Il motivo? Quasi un mese fa undici blogger hanno ricevuto l’invito – tramite Balistik*Art – a partecipare a questo fantastico evento: la presentazione di un nuovo prodotto che aprirà le porte verso il futuro dei cosmetici, ed eccoci tutte qua. Arriva altra gente, arriva Julie Thompson (Vp Interactive Mkt & Crm), arriva Vèronique Delvigne, direttrice della sezione scientifica di Lancôme; on y va!

Inizia la presentazione. Signore e signori, ecco a voi: Génifique!

Di che si tratta? Génifique è un attivatore di giovinezza – il che mi ricorda molto La morte ti fa bella. Niente elisir magico, comunque.
Véronique ci spiega che, dopo quasi 10 anni di studi, i laboratori Lancôme hanno scoperto che l’attività dei geni (in grado di creare proteine), rallenta all’avanzare dell’età. Non solo, che la sintesi delle proteine, si riduce.
Così, per ovviare a questi problemi, è nato Génifique, in grado di stimolare l’attività dei geni mantenendo la pelle luminosa, uniforme e morbida.
[nggallery id=62]
Ci offrono dei campioni. Bastano poche gocce  per testarne la texture: viene subito assorbita ed il dorso della mano sembra vellutato. Devono aver fatto proprio un bel lavoro!
Qualche domanda veloce ed è già ora di pranzo. Pomeriggio alla boutique Lancôme per altre sorprese. A dopo!
Altre storie
Le Cartoline Gioiello nate dalla collaborazione tra la designer Giulia Tamburini e il disegnatore Ettore Tripodi