Nokia 7900 Crystal Prism: l’unboxing

Nokya 7900 Crystal Prism

Finalmente, dopo aver ricevuto qualche mese fa la Moleskine customizzata che annunciava l’uscita di un nuovo, stilosissimo cellulare Nokia nato dalla collaborazione tra il gigante svedese finlandese ed il graphic designer Frédérique Daubal, ieri mattina mi è arrivato il pacco da Londra con il Nokia 7900 Crystal Prism.

Ora gustatevi le foto dell’unboxing. Dopo il salto la recensione a caldo ad opera (lo ammetto!) di una nokiamaniaca

Come già anticipato poche righe più in alto, i Nokia sono sempre i migliori. Non lo dico perché me ne hanno regalato uno ma chi mi conosce sa già dell’eterna battaglia tra me e Simone che invece predilige i cellulari a conchiglia della Samsung o della Motorola. Contento lui…

Saltando a piè pari il libretto di istruzioni – chi lo legge mai? – dopo aver istallato la batteria ed inserito la Sim Card inizio a girovagare qua e là tra le varie funzioni.
C’è da dire che il menù, come chi possiede telefoni Nokia già sa, è semplice ed intuitivo, come pure semplice è impostare le varie opzioni in base alle proprie esigenze, grazie al grande tasto/cursore centrale dall’aspetto di un cristallo (a forma di prisma, appunto) color porpora.

La prima cosa con cui mi metto a giocare è la tastiera: si può scegliere di personalizzarla grazie alla retroilluminazione. I colori disponibili sono ben 49. E proprio i tasti, a partire dal gioielloso tastone centrale, sembrano decorare la parte frontale del telefono altrimenti piatta come una tv al plasma.

Se la parte davanti è total black, il retro è invece un tripudio di linee, incise in rilievo sulla cover d’alluminio, dalla quale sbuca l’obiettivo della fotocamera/videocamera ed il flash (la prima foto che ho fatto è al mio gatto nero, che non è stato molto felice del lampo di luce…).

Dovessi paragonarlo a qualcuno, il Nokia 7900 Crystal Prism lo assocerei ad una bellissima donna nera, avvolta da uno scialle porpora (la back-cover), al collo un gioiello in tinta (il tasto centrale) e con indosso un vestito di luce sempre diverso (la tastiera che cambia colore).
E quando lo mettete in stand-by, il telefono inizia come a pulsare. Da sopra si accende una luce che batte ogni dieci secondi circa e sembra proprio il battito di un cuore!

Per il resto delle caratteristiche tecniche – memoria da un giga, fotocamera da due mega ecc. – vi rimando al sito. Non sono un’esperta e questo non è un cellulare business quanto piuttosto un’accessorio di moda che oltre ad essere bello è semplice da usare, completo e divertente (c’è anche il lettore mp3).

Unica cosa che non ho trovato particolarmente comoda è la custodia, sempre in tinta, forse troppo stretta e non particolarmente pratica se ad esempio la si usa per tenere il cellulare in borsetta. Diventa invece utile se usata come micro-borsetta, da portare legata al polso per una serata fuori.

co-fondatrice e caporedattrice
  1. SOMIGLIA AL MIO NOKIA, TUTTO ROSA CON TASTO CENTRALE gioiello, regalo di mio marito x natale’06..
    solo che oggi sembra, a volervo paragonare, un barbone, tutto vestito di stracci (il colore rosa non si vede quasi+) con la pelle (cover) aggrinsita (graffiata) e cieca (obbiettivo fotocamera ridotto in mille pezzi)..

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
I font gratuiti di Fontshare