Lei veste Fornarina

Scusa se ti chiamo amore

Credo che nessuno riuscirà mai a convincermi ad andare a vedere Scusa se ti chiamo amore, l’ultimo film di quel Moccia che, nonostante sia stato uno degli sceneggiatori della prima serie de I ragazzi della 3ª C (poi è andato peggiorando: College, I Cervelloni, Domenica In. Il resto è storia recente), proprio non riesco a digerire in nessun modo.

Quando dalla Fornarina, qualche giorno fa, ci hanno comunicato che la protagonista del film, la Michela Quattrociocche che avevo visto per la prima l’ottobre scorso circondata di microfoni e telecamere al Fornarina Urban Beauty Show (allora mi chiedevo chi fosse…), nel film vestiva da capo a piedi con i prodotti dell’azienda mi sono detto: non è una notizia che mi cambierà la vita, ma magari a qualcuno dei nostri lettori potrebbe interessare…

Vi interessa, giusto?
Altrimenti ho sprecato il mio tempo a scrivere un articolo con dentro la parola moccia per nulla.

co-fondatore e direttore
  1. XD
    dai simone vediti un bel film cosi ti disintossichi dall’ aver parlato di Moccia.
    Il film non me lo vedrei nemmeno se lei portasse una maglia con scritto “Cristiano è il re del mondo”.
    Quindi mi limiterò a vedere gli abiti Fornarina nei negozi :P

  2. potevi evitarlo…che io a moccia, a quella quattrociocche e nella mischia ci ficco pure quel gnocco di bova darei fuoco con un cerino…eccessiva?!

  3. Dunque…ehm….ahahah ho visto il film….attori del cavolo, anche Bova scade parecchio, però la storia può…ehm….essere carina, nel senso che è la storia di molte ragazze. L’unica cosa: ci sono situazioni un irreali, tipo…lei 17enne, lui 37enne, la famiglia di lei lo viene a sapere e sono tutti felici e contenti.
    Come minimo io avrei lo sfratto o comunque mi sarebbero venute le orecchie di Dumbo a sentire le crisi dei miei. Per il resto mi associo, però….ho letto tutti i libri….ahahah

  4. he no cioè. e allora dillo. e no a me pero non mi sta bene che tu spari a zero cosi su fede. perchè cioè allora dillo prima perchè poi allora il fanclub “4ciocche sopra il cielo” non è che poi noon è una cosa seria. cioè quello ceh voglio dire è che non puoi fare quello rinnega perchè fa figo rinnegare che siamo andati a vedere il film che stavamo ad aspettà da una madonna di tempo che ci stava quel sorco di scama che mi pare che pure te c’avevi le foto nel diario e poi quando che scrivi agli altri fai finta che non ti piace.eh no allora dillo prima perchè quando siamo andati a trl che ci stavano pure i zeriassoluto mi pare che ci siamo svegliati alle 5 per stare i prima fila e avevamo fatto pure il cartello con le scritte “thomas sei troppo bono . fateci salire!” no guarda sono deluso perchè non si fa cosi è una cosa seria. cioè guarda non mi sta bene. poi voglio ovedere quando poi tutti dicono è una moda invece è amore vero e mi pare che ti eri comprato pure te il lucchetto. no mi hai deluso.

  5. Poveri noi.
    Sul padre (di Moccia), il Mitico Pipolo, che con Castellano ha sceneggiato e diretto decine di commedie italiane e all’italiana la critica è sempre stata pesante se non molto pesante, film quasi sempre stroncati anche se a rivederli io ancora oggi ho piacere e molto. Ora il figlio, al terzo film (primo come regista), pare sia stato graziato o quasi. Sarà che porta qualche soldo nelle ormai disastrate casse del Cinema Italiano, sarà che hai ragazzini piace. Ma preferivo i Film di Pipolo in coppia con Castellano con i vari Celentano, Montesano, Giorgi, Haber, Pozzetto al figlio con gli attori veramente scarsi e la perfetta sconosciuta diventata divetta e testimonial Fornarina (ma un bel e chissenefrega?)
    :)

  6. x simo:
    e lo so però anche tu te la sei andata a cercare.

    e cmq (inizio la polemica) crescere a “pane e film di castellano&pipolo” a fatto male al lessico di molti. è vero che hai ragazzini piace… però, ecco, forse magari un bel libbro di itagliano tra un “altrimenti ci arrabiamo” e un “la soldatessa alle grandi manovre”..magari…haiuta.

  7. Io ci sono cresciuto, assieme ai vari Martino, Tarantini, Lenzi, Castellari, Massi, Corbucci ecc. ecc. Ma non ho avuto problemi. Penso sia meglio della crescita “rapida” della De Filippi, di Costanzo e di tutta la loro banda di protetti che non sanno fare un bel nulla.
    Comunque Altrimenti ci arrabiamo è di Marcello Fondato e La soldatessa è del grande Nando Cicero.
    :)

  8. Anche io vesto Fornarina e posso assicurare ke vestiti cm qst nn o mmai visto…BELLISSIMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ciao a tuttiiiiiiiiiiii

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla