I Mori, Ippolito 1945

016.jpg

Andiamo avanti, con le nostre degustazioni virtuali presentando un vino a me molto caro.

Dopo aver smaltito bene bene tutte le calorie accumulate durante le feste, siamo di nuovo pronti a fare incetta di prodotti enogastronomici, o no?

Io vi porto in Calabria, terra di mare e monti, dalle enormi potenzialità ancora inespresse: tutta da scoprire quindi, a partire dai vini!

Se volete fare un acquisto che racchiuda in se la potenza e la struttura di un rosso calabrese e che allo stesso tempo abbini la rotondità e la bevibilità di un grande vitigno internazionale, e soprattutto non volete spendere cifre assurde, ma avete solo dieci euro in tasca.
Bene bene, siamo arrivati insieme a scegliere : “I MORI” della cantina IPPOLITO 1845, storica cantina della zona di Cirò (Kr), condotta con caparbietà e competenza dai due fratelli Gianluca e Vincenzo.

Dall’assemblaggio del vitigno principe calabrese il Gaglioppo e del Cabernet Sauvignon, nasce un vino potente, ma allo stesso tempo beverino,quasi da tutti i giorni, fruttato, armonico, equilibrato e corposo, con un finale lungo e una buona componente tannica.
Proprio un vino ben fatto, che dimostra come sono ampi i margini di miglioramento dei vini calabresi (se riuscite, abbinatelo pure con della soppressata calabrese o della salsiccia piccante, il risultato sarà meraviglioso, un trionfo di gusti).

Comunque, mi raccomando: il vino dà alla testa, bevete con moderazione e sopratutto non guidate dopo aver bevuto, deve essere tutto un piacere e non un’avventura.
Ora Frizzini, vi saluto, alla prossima bevuta!

  1. mhhhh! viene già voglia al mattino presto di un bel pezzo di formaggio con un bicchiere! E sempre della Calabria proprio li a Cirò fanno anche i vini Librandi! Buonissimi! :-D

  2. Complimenti a chi ha recensito questo vino, credo che la cantina Ippolito stia facendo in questi ultimi anni cose egregie, i vini sono la massima espressione del territorio, portando sempre più in alto il nome della viticoltura calabrese…un consiglio a tutti, provate il Ripe del Falco…emozioni d’altri tempi, parola di intenditore d.o.c.!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Da Victionary due libri dedicati al packaging degli alcolici e di tè e caffè