Risparmiamo energia

Manuale del risparmio energetico

Anche i più distratti tra voi, sapranno che siamo in emergenza energetica. Dobbiamo perciò diminuire i consumi di energia per limitare le immissioni di gas climalteranti nell’atmosfera, questo non solo perché l’Italia (ed in generale l’Unione Europea) ha aderito al protocollo di Kyoto, che rende obbligatorio il risparmio energetico (pena sanzioni economiche consistenti), ma anche perché le scorte di combustibili fossili stanno finendo. Nel giro di pochi anni (60 o 70: stima questa, che non tiene conto della crescita esponenziale dei consumi) non ci saranno più petrolio, gas naturale e carbone da bruciare per produrre energia.

Per far fronte a questa emergenza, non sono sufficienti i provvedimenti che l’Unione Europea ed in generale i Governi, compreso il nostro, stanno prendendo. E’ assolutamente necessario, che tutti noi assumiamo un comportamento attivo. In concreto: innanzitutto, quando è possibile, possiamo diventare produttori dell’energia che consumiamo, scegliendo, per esempio, di installare sul tetto di casa pannelli fotovoltaici. La cosa non è più economicamente proibitiva, grazie ad un incentivo statale che si chiama Conto Energia. Le fonti rinnovabili, comunque, sono tante. Perciò, informatevi!

Nell’immediato, perché, in linea di massima, non serve nessun investimento iniziale, possiamo e dobbiamo risparmiare energia. Questo non significa tornare a vivere come l’uomo di Neanderthal, bastano pochi accorgimenti, che non cambieranno il nostro stile di vita!

Se volete saperne di più, scaricate questo manuale, sul risparmio energetico e non esitate a contattarmi.

co-fondatrice e caporedattrice

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Coperte, tovaglie e taccuini dedicati alle città: tutte le novità di PPPattern