The Designers Mixtape: ma i designers capiranno anche di musica?

The Designers Mixtape

Per quanto mi è dato sapere, da conoscenze fisiche e virtuali, i designers si dividono in due categorie.

Ci sono i precisini: stile architetto, ragionamento sequenziale o comunque a linee ed angoli retti, di solito amano puntualizzare.

E poi ci sono quelli che si sentono rockstar: ogni colpo di penna grafica è come un riff, ogni mail una strofa, di solito amano far vedere che ci sono, ogni pensiero è una freccia che si sa dove inizia ma mai dove finisce, se potessero vettorializzare anche le idee vedreste un casino sopra le loro teste.

Ovviamente sto generalizzando. E scherzando. Giusto per mettervi a vostro agio con quello che sentirete su The Designers Mixtape, ovvero piccole colonne sonore create di volta in volta da designers diversi. A volte si va sul puro rock’n’roll, altre sull’elettronica da meditazione, passando per fighetterie, salti nel passato e balzi nel futuro.

co-fondatore e direttore
  1. confermo almeno due punti su tre….anzi no..bando alla modestia…LI CONFERMO TUTTI E TRE!!! (tralaltro ho finito il tattoo…uff…che male!) anzi già che ci sono mo’ ti mando un jpg della mostra che sta per inaugurare il nostro amico tatuatore a como…(segue mail)
    ciao!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Obscurest Vinyl: le copertine di oscuri dischi inesistenti