La scienza del Gaydar

La scienza del Gaydar

Gaydar, ovvero gay+radar: l’abilità innata di un omosessuale di riconoscerne un altro. Sul New York Magazine c’è un articolo (in inglese) molto interessante che parla di una nuova ricerca, basata sulle caratteristiche fisiche, che ipotizza che l’orientamento sessuale sia un fattore biologico.

Vengono portati ad esempio diversi tratti che accomunerebbero gay e lesbiche, differenziandoli dagli eterosessuali. Sembra infatti che una percentuale maggiore di omosessuali abbia la rosa dei capelli in senso antiorario. Altro fattore, la densità delle linee nelle impronte digitali del pollice e del mignolo sinistro: le avrebbero più fitte gay e donne eterosessuali.

Continuando con le mani, c’è il 50% in più di possibilità che gay e lesbiche siano mancini rispetto a uomini e donne eterosessuali. E ancora, la lunghezza dell’indice (sempre della mano sinistra) rispetto all’anulare. Gli uomini eterosessuali hanno tendenzialmente l’indice più corto; per le donne etero le misure invece sarebbero più o meno identiche; per gay e lesbiche è l’anulare ad essere più lungo dell’indice. Con una variante: le lesbiche butch, pare abbiano le stesse caratteristiche degli uomini etero.

Infine la voce: in un test nel quale a persone di diverso sesso ed orientamento sessuale sono stati fatti ascoltare nastri con delle voci, il 75% dei soggetti ha riconosciuto le voci appartenenti ad individui omosessuali dal tono della voce.

La ricerca è seria, anche se è evidente che alcuni risultati sono soltanto coincidenze. A questo punto però, come scrive David France, autore dell’articolo, ci potrebbe essere il rischio di studiare tali caratteristiche direttamente a livello fetale e quindi, potenzialmente, prevenire l’omosessualità.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (4)
  1. salve a tutti, mi chiamo michael e sono omosessuale dalla nascita….sono capitato per caso in questa pagina e ho letto le parole scritte in questo articolo, sono rimasto schifato da codeste parole: “A questo punto però, come scrive David France, autore dell’articolo, ci potrebbe essere il rischio di studiare tali caratteristiche direttamente a livello fetale e quindi, potenzialmente, prevenire l’omosessualità…”. E’ poi ci chiediamo perchè veniamo pestati, insultati e abbandonati persino dalle proprie famiglie?…no cari amici miei, non chiedetevelo perchè la risposta è proprio in questa pagina….PREVENIRE L’OMOSESSUALITA’….come se fosse una malattia….come se fosse qualcosa da cui fuggire…e sono proprio I LAUREATI a dire tutto ciò, padri di famiglia che di giorno giudicano e puntano il dito…ma di notte vanno a cercare il primo travestito che gli faccia provare “NUOVE ESPERIENZE”….sono schifato da tutto ciò….sono schifato di quese persone che invece di impegnarsi nel trovare nuove cure per VERI e dico VERI mali, si mettono a giocherellare e a fantasticare con cose che non esistono….siamo omosessuali per “COLPA” dei genitori che al concepimento danno + ormoni femminili per i gay e + ormoni maschili per le lesbiche e non per quattro cretinate scritte qui sopra…io non ho nessuno dei caratteri qui sopra elencati ma sono gay e lo sono dalla nascita….e ora di farci rispettare, perchè come tutti lavoriamo, come tutti paghiamo le tasse e come tutti abbiamo il diritto di vivere la nostra vita come meglio crediamo….grazie per avermi dato la possibilità di esporre il mio pensiero….cordiali saluti.

  2. L’articolo, effettivamente un po’ “alla Focus”, è stato scritto un anno fa.
    Riportando quanto dice David France, l’autore dell’articolo originale uscito sul New York Magazine, pensavo (appunto un anno fa) di mostrare in questo modo l’assurdità della cosa.
    Letto però oggi, visto il clima che si respira riguardo a queste tematiche, effettivamente suona piuttosto deprimente.

  3. L'articolo originale dice: "The index fingers of most straight men are shorter than their ring fingers, and for most women they are the same length or longer. Gay men and lesbians tend to have reversed ratios". Cioè l'opposto di quello detto sopra … negli etero l'indice tende ad essere PIU' CORTO e non più lungo dei gay

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.