Gioiellomania

Uno dei trend della stagione, soprattutto in terra anglosassone, è quello di indossare gioielli innovativi e sperimentali che abbiano, come must indiscutibile, ciondoli fuori dagli schemi e rigorosamente fatti a mano.
Più il ciondolo è grande, insolito e ingombrante, più il pezzo acquista prestigio.
A questo proposito, oggi voglio segnalarvi tre brand giovani e freschi che pur essendo diversi tra loro, hanno qualcosa in comune.

SWANK

SwankSwankSwank

Marchio di Leeds (UK) che incrocia attualità e passato mischiando il più puro e semplice (e attualissimo) spirito new rave, con alcuni elementi che riportano all’infanzia di ognuno di noi.
Da orecchini costruiti con pezzi di vecchi Lego, ad anelli formati da coloratissime lettere magnetiche, a collane di lampadine, piume e oggettini che ricordano molto le sorprese dell’Ovetto Kinder. Tutto rigorosamente fatto a mano.
Geniale, no? Potete acquistarli qui o qui.

BLEU-LULU

Bleu-LuluBleu-LuluBleu-Lulu

Marchio di Memphis, nel Tennessee (USA), Bleu-Lulu propone sia gioielli classici ed eleganti, impreziositi da pietre o swarovski sia gioielli stile punk-chic, con forbici e teschietti vintage come ciondoli.
Provate a dare un’occhiata.. in UK le collane con le forbicine stanno spopolando!
Li trovate online, da Etsy.

PLASTIC BAT

Plastic BatPlastic BatPlastic Bat

Marchio inglese ideato da Tracy Maria Romaszkiewicz, una studentessa da sempre collezionista di oggetti e cianfrusaglie di plastica. Nel 2003 decide di fare di questo suo hobby un vero e proprio lavoro, progettando e realizzando gioielli lavorati solo ed esclusivamente con la plastica che nel corso degli anni ha accumulato. Potete acquistarli direttamente da sito.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900