•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sta diventando sempre più difficile trovare grandi città senza uno zoccolo duro di appassionati di vecchie insegne e caratteri tipografici che vanno in giro a fare type hunting e a postare le loro prede di caccia sui social network.

Con i suoi strati su strati di storia, ricostruzioni, ascese e declini, gentrificazione, e culture che arrivano da ogni parte del mondo, anche Berlino è una fonte quasi inesauribile di lettere scolpite su pietra, forgiate in metallo, dipinte su legno, coloratissimi neon, e di altrettanta varietà per quanto riguarda di caratteri tipografici: dopotutto la Germania è probabilmente l’unico paese in cui una disputa tipografica ha raggiunto livelli allarmanti.

Aperto nel novembre del 2016, l’account twitter @Berlin_Type sta raccogliendo gli esempi più interessanti di insegne, e da poco ha anche affiancato a twitter un blog che posta pezzi tematici (finora le insegne dei cinema, quelle delle farmacie e le targhe dei ponti).

Prima accennavo ai neon. Pur essendo stato diverse volte a Berlino non avevo mai fatto caso a quanti fossero, e infatti quelli di @Berlin_Type chiamano la loro città “la capitale del corsivo al neon”.

(fonte: @Berlin_Type)

(fonte: @Berlin_Type)

(fonte: @Berlin_Type)

(fonte: @Berlin_Type)

(fonte: @Berlin_Type)

(fonte: @Berlin_Type)

(fonte: @Berlin_Type)

(fonte: @Berlin_Type)

(fonte: @Berlin_Type)


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •