•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tra i desiderata dei moribondi, o almeno tra chi si ferma un momento a riflettere sulla propria futura dipartita, c’è una lunga lista di situazioni in cui si vorrebbe esalare l’ultimo respiro.
Google stesso, inserendo la stringa vorrei morire e poi una preposizione a caso, suggerisce di te, con te, in un giorno di sole oppure, eventualmente, in un giorno di pioggia, sulle tue labbra, tra le tue braccia — dipartite poetiche tratte più o meno tutte da canzoni.

Il modo in cui ciascuno sogna di andarsene da questo mondo, certo dipende dalla propria storia personale e dalle proprie manie, ma pure dal contesto storico: in epoche di eroismi la letteratura è piena di personaggi che auspicano di lasciar le penne in battaglia, magari in difesa delle terre natie; nei periodi di decadenza vanno forte le morti per ubriachezza e da sfinimento post-coitale — «amo la tua fica, le tue tette, le tue cosce e il tuo culo come un qualsiasi vecchio libidinoso. Solo che ti amo in modo più complesso — credo. D’altra parte, visti i miei recenti attacchi di angina pectoris, ho l’inquietante sensazione che, se mai tu mi concedessi qualche favore concreto, potrei morirti tra le braccia», scriveva un anziano e assai prosaico Herry Miller, nel 1976, all’allora aspirante attrice Brenda Venus.

© Martina Lang e Valentine Ammeux

© Martina Lang e Valentine Ammeux

In questi tempi di politica pop, di informazione pop, di catastrofi pop, di necrologi pop, in cui tutto si presta a meme, ironia, sarcasmo, distorsione e strumentalizzazione, pure la propria idea di morte viene messa in scena con divertito distacco, un impeccabile gusto per l’immagine e una buona dose di iper-contemporanea ossessione alimentare. Ecco così che due neolaureate, Martina Lang e Valentine Ammeux hanno pensato che sarebbe interessante morire con dosi industriali di cioccolato (non sono le sole) e hanno deciso di realizzare un ironico ricettario impeccabilmente confezionato in un libro dal design studiatissimo e accompagnato di splendide foto.

Il progetto si intitola How to Kill Yourself with Chocolate e raccoglie 30 ricette golose… da morire.
Su Kickstarter, dove sta raccogliendo fondi, ha già incassato il necessario per la pubblicazione.

© Martina Lang e Valentine Ammeux

© Martina Lang e Valentine Ammeux

© Martina Lang e Valentine Ammeux

© Martina Lang e Valentine Ammeux

© Martina Lang e Valentine Ammeux

© Martina Lang e Valentine Ammeux

https://vimeo.com/190858732

https://vimeo.com/190858732

© Martina Lang e Valentine Ammeux

© Martina Lang e Valentine Ammeux

© Martina Lang e Valentine Ammeux

© Martina Lang e Valentine Ammeux

https://vimeo.com/190858732

https://vimeo.com/190858732

© Martina Lang e Valentine Ammeux

© Martina Lang e Valentine Ammeux


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •