•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

«Se scegli il lavoro che ami non dovrai mai lavorare un giorno nella tua vita» scrive, citando Confucio, il giovane André Vicente Gonçalves. André è un giovane talentuoso portoghese che ora fa il fotografo, ma che aveva iniziato studiando informatica. Pare che l’illuminazione l’abbia avuta durante un anno di studio a Trento, così ha mollato gli studi di informatica ed ha iniziato a frequentare corsi di fotografia all’Università di Lusophone, a Lisbona.

André aveva già realizzato una bellissima serie di scatti in cui immortalava finestre in giro per il mondo (Windows of the World), ora ha cambiato—anche se di poco—soggetto, si è rimesso in viaggio e ha iniziato la serie Doors of the World.

Osservando i colori, i materiali, gli archi, le linee, i decori si riesce a percorre migliaia di chilometri, sentire decine di lingue, l’odore del cibo che filtra da queste porte e permea le strade e i quartieri di queste città…

“Doors of the world: England” (© André Vicente Gonçalves)

“Doors of the world: England”
(© André Vicente Gonçalves)

“Doors of the world: Spain” (© André Vicente Gonçalves)

“Doors of the world: Spain”
(© André Vicente Gonçalves)

“Doors of the world: Portugal” (© André Vicente Gonçalves)

“Doors of the world: Portugal”
(© André Vicente Gonçalves)

“Doors of the world: Romania” (© André Vicente Gonçalves)

“Doors of the world: Romania”
(© André Vicente Gonçalves)

Di seguito una selezione della serie Windows of the World.

[via]


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
No more articles