•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

bestof2013_magazine

Siamo in un momento storico nel quale l’editoria mainstream vive un’era di crisi senza precedenti. L’emorragia di lettori è continua, spesso fatale; la raccolta pubblicitaria delle edizioni online non riesce a contenere le perdite di quella delle edizioni cartacee, in calo da anni. Per sopravvivere, i principali “attori” di questo desolante panorama adottano le strategie più disparate (e a volte disperate). C’è chi rinuncia all’edizione cartacea per investire solo sulla rete, come ha fatto Newsweek, e chi invece affianca le nuove piattaforme a quelle tradizionali in un progetto coerente, come il Guardian, oppure chi entra a far parte di un grande gruppo internazionale: è il caso di i-D, entrato nell’orbita di Vice.

D’altra parte, proprio grazie alla rete, alla possibilità di avere redazioni “diffuse” e a spese quasi zero, al calo dei costi di stampa e a strumenti di raccolta fondi come le piattaforme di crowdfunding, siamo testimoni di una vera e propria esplosione del fenomeno delle riviste indipendenti. Fenomeno non senza ombre, intendiamoci: c’è chi nasce e muore nel giro di qualche mese, chi non riesce a sopravvivere oltre il numero zero, chi non riesce a intercettare il target che si proponeva di avere e chi semplicemente non è capace di “vendersi” o presentarsi ai potenziali lettori.
Eppure le nuove realtà spuntano come i funghi. Stati Uniti e Regno Unito com’era lecito aspettarsi sono i capofila di questa tendenza ma alcuni begli esempi arrivano pure dall’Asia e dal resto dell’Europa, Italia compresa.

Qui su Frizzifrizzi negli ultimi anni abbiamo parlato spesso e volentieri di magazine indipendenti e in questa classifica abbiamo raccolto non i migliori, né i più venduti ma semplicemente quelli che hanno avuto più successo tra i nostri lettori.

watt_1-630x420

1. Watt 3,14
Un capolavoro di art direction, cartotecnica e scouting. Ogni numero è differente per tema e soprattutto materiali e formato. L’illustrazione al servizio della narrativa, e viceversa. Il tutto ad opera di scrittori e artisti già affermati e nuove promesse. Il miglior progetto editoriale indipendente del panorama italiano, nel suo genere? Se non lo è, poco ci manca (ma visto che io credo che lo sia, se non la pensi come me mandami le prove).
frizzifrizzi.it/2013/05/25/watt-314/

catpeople_1

2. Cat People
È nata in Giappone e finora ha pubblicato un solo numero. La sua particolarità è di essere dedicata solo ed esclusivamente ai gatti, o meglio ai loro padroni, soprattutto quelli che fanno lavori creativi.
frizzifrizzi.it/2013/10/24/issues-cat-people-magazine-1/

web-Odiseo-Cover-630x420

3. Odiseo
Una pubblicazione erotica realizzata da una delle migliori agenzie a livello internazionale: Folch Studio, di base a Barcellona.
Ad oggi i numeri usciti sono tre.
frizzifrizzi.it/2013/11/29/issues-odiseo-3/

konichiwang_1-630x420

4. Konichiwang
Nonostante una deludente campagna su Kickstarter (i fondatori non sono riusciti a raggiungere il budget necessario) la rivista si farà e parlerà di come “quelli che ce l’hanno fatta”… appunto ce l’hanno fatta.
frizzifrizzi.it/2013/09/27/konichiwang-magazine/

tiny_pencil_4-630x476

5. Tiny Pencil
Due bellissimi numeri usciti finora e un terzo in arrivo per questa rivista ultra-specializzata: è interamente dedicata all’illustrazione a matita.
frizzifrizzi.it/2013/05/28/issues-tiny-pencil/

dispensa_0

6. Dispensa
Ancora un rivista Made in Italy! Dispensa è la prima rivista indipendente italiana di “long form journalism” applicato al cibo. Il numero zero è già uscito e il secondo è in preparazione.
frizzifrizzi.it/2013/09/13/dispensa/

intern_0

7. Intern
Fatta da stagisti, per stagisti. Intern è dedicata ai precari della moda, del design e della grafica. Il primo numero è uscito da poco ma è già un gran successo (come poteva non esserlo in un mondo in cui il precariato si espande a macchia d’olio giorno dopo giorno?).
frizzifrizzi.it/2013/07/11/issues-intern-magazine/

kindling_0

8. Kindling
Vista la tendenza delle riviste indipendenti a specializzarsi sempre di più, parlando a lettori dal profilo culturale, geografico e lavorativo ben preciso, tra un po’ ogni singola categoria umana potrebbe avere il suo magazine di riferimento. I padri hipster già ce l’hanno. È Kindling.
frizzifrizzi.it/2013/01/09/issues-kindling-il-primo-magazine-sui-papa-hipster/

momma_tried_1-630x420

9. Momma Tried
Tra le macro-tendenze dell’editoria indipendente degli ultimi anni, oltre a cibo e sport abbiamo visto tante, tantissime pagine dedicate all’eros.
E sebbene Momma Tried non sia una rivista strettamente erotica è innegabile che pratichi il nudismo, benché concettuale.
frizzifrizzi.it/2013/11/04/issues-momma-tried-1/

riposte_1-630x378

10. Riposte
Sono le donne, quelle intelligenti e di successo, le protagoniste di questo nuovo progetto editoriale inglese che attraverso lunghe interviste raccontano «successi, fallimenti, lavoro e passioni».
frizzifrizzi.it/2013/11/20/issues-riposte-magazine/


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •