•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, a fotografi che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Stefano Menconi.

Ciao Stefano, quanti anni hai e di dove sei? Da quanto scatti foto?
Ciao!
Ho 37 anni sono di origine toscana (Lucca), attualmente vivo e lavoro nelle Marche.
Con macchine fotografiche scatto da circa 3/4 anni, con la mente da quando ho imparato ad immaginare.

La tua attrezzatura?
Dipende dal progetto da realizzare.
Prevalentemente una 5D markII con diverse ottiche e tutte le cianfrusaglie necessarie.
Holga e una cinepresa super8 ereditata da mio padre.

Cosa fai quando non fai foto?
Lavoro come Graphic Designer e quando ho del tempo libero… lavoro.
Essendo interessato a tutto ciò che non conosco, osservo, analizzo e cerco di imparare… tutto.

Descrivimi la tua stanza.
Ho cambiato molte case e stanze, ma tutte hanno avuto degli elementi in comune.
Attualmente poster (miei e designer che mi hanno ispirato), libri, scrivania e letto con sopra una marea di cose.

La tua macchina fotografica pesa quanto…
Troppo… ma quando si è vicini allo scatto tutte sono le leggere come una piuma.

Se il tuo immaginario fosse un film? O un libro?
Tutti i video di Michael Gondry, Kevin Spacey in American Beauty.
I libri di Munari, “le città invisibili” di Calvino.

Un fotografo/a che mi consigli di tener d’occhio?
Per me non ha senso individuarne uno, ci sono talmente tanti fotografi/e interessanti, sarebbe una lista troppo lunga.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •